Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

#SLIM2023 | Le parole della sostenibilità

LK6A0282-71

Gli studenti di lingua italiana sono stati i protagonisti delle celebrazioni della XXIII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo in Cina orientale.

L’italiano e la sostenibilità

La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è la principale rassegna di eventi di promozione della lingua italiana a livello internazionale. L’edizione di quest’anno è dedicata al tema “L’italiano e la sostenibilità” con l’obiettivo di promuovere, attraverso la lingua italiana, la cultura della sostenibilità in tutte le sue dimensioni.

La Settimana della Lingua in Cina orientale

L’Istituto Italiano di Cultura di Shanghai, in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia a Shanghai e l’Istituto della Enciclopedia Italiana-Treccani, ha organizzato un ciclo di conferenze presso i campus della Shanghai International Studies University (SISU) e della Nanjing Normal University, che ospitano entrambe corsi di italiano, e ha chiamato gli studenti a realizzare contributi video per promuovere la sostenibilità attraverso la lingua italiana.

In occasione della XIII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, la Console Generale ha incontrato il rettore della Shanghai International Studies University Li Yansong.

La professoressa Maria Vittoria dell’Anna, docente di Linguistica italiana all’Università del Salento di Lecce, è intervenuta in videoconferenza sul tema “Le parole della sostenibilità” presso la SISU, mentre il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di ShanghaiFrancesco D’Arelli, è intervenuto sul tema “L’insostenibile leggerezza della parola: l’italiano e il mondo altro della natura” presso la Nanjing Normal University.

Contestualmente alle conferenze, sono stati premiati i migliori contributi degli studenti, che hanno stupito per la loro capacità di applicare le loro conoscenze linguistiche a formati e tematiche nuove. I loro contributi saranno pubblicati sulle piattaforme della fondazione Treccani. Continuate a seguire i nostri canali per vedere di più.