Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

AVVISO – Obbligo di iscrizione all’A.I.R.E. e sanzioni amministrative

Logo banner

Si rammenta a tutti i connazionali che l’iscrizione all’A.I.R.E. è effettuata a seguito di dichiarazione che l’interessato deve rendere all’Ufficio consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento della residenza e comporta la contestuale cancellazione dall’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) e l’iscrizione nell’Anagrafe della Popolazione Residente all’Estero (A.I.R.E.) del Comune di provenienza (a cui il Consolato trasmette la richiesta iscrizione in A.I.R.E. e dunque di cancellazione A.P.R.).

Chiunque, avendo obblighi anagrafici, contravviene alle disposizioni della Legge 24 dicembre 1954, n. 1228, della Legge 27 ottobre 1988, n. 470, e dei regolamenti di esecuzione delle predette leggi è soggetto a sanzioni pecuniarie amministrative, così come previsto dalla Legge 30 dicembre 2023 n. 213, fino a 1000,00 euro per ogni anno di mancata iscrizione, per un massimo di 5 anni.

Le sanzioni si applicano per individuo e non per nucleo familiare, e riguardano anche i minori.

L’Autorità competente all’accertamento e all’irrogazione della sanzione è il Comune nella cui anagrafe è iscritto il trasgressore.

Il procedimento accertativo e sanzionatorio in capo ai Comuni è disciplinato dalla L. 24 novembre 1981, n. 689, il cui art. 1 prevede che “Nessuno può essere assoggettato a sanzioni amministrative se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima della commissione della violazione”.

Ulteriori informazioni
  • Per ulteriori informazioni sull’iscrizione A.I.R.E. presso questo Consolato Generale si veda la pagina dedicata nella sezione servizi.
  • Per ulteriori informazioni sull’A.I.R.E. prendere visione della pagina dedicata sul sito del MAECI.
  • L’iscrizione all’A.I.R.E. è un diritto-dovere del cittadino e costituisce il presupposto per usufruire dei servizi consolari forniti dalle Rappresentanze all’estero, nonché per l’esercizio di importanti diritti.
  • L’AIRE riguarda tutti i cittadini italiani che trasferiscono la propria residenza all’estero per periodi superiori a 12 mesi. Da notare che l’obbligo non decorre dopo 12 mesi, ma dal momento del trasferimento: chi già sa che resterà all’estero più di un anno deve iscriversi immediatamente.
  • L’iscrizione all’A.I.R.E. ha decorrenza dalla data di presentazione della richiesta, sempre che la relativa documentazione sia completa.